MENU
MENU

Energie Rinnovabili: all'i.lab il vertice Desertec

Energie Rinnovabili: all'i.lab il vertice Desertec

20/09/2012

Il Centro Ricerca e Innovazione ha ospitato questa settimana il meeting di Desertec Industrial Initiative, consorzio internazionale che ha l’obiettivo di trasportare l’energia del sole del Sahara in Europa. L’incontro di Bergamo ha visto la partecipazione congiunta di azionisti e partner - tra i quali Italgen - rappresentando una delle iniziative di maggiore successo per il consorzio, con la partecipazione di oltre 120 persone provenienti da tutta Europa. Fra gli speaker di prestigio internazionale, Dana Younger, responsabile per le energie rinnovabili di IFC (International Financial Corporation), l'istituzione della Banca Mondiale che attraverso il Clean Technology Found sostiene gli investimenti privati in energia rinnovabile nei Paesi emergenti.

Vento e sole, energia pulita dal Sahara all’Europa

Desertec Industrial Initiative è un’ importante iniziativa industriale lanciata nel luglio del 2009 in Germania con l’obiettivo di realizzare nel deserto del Sahara impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, in particolare sole e vento, per contribuire a soddisfare il bisogno energetico dell’area MENA (Nord Africa e Medio Oriente) e dell’Europa.

Il progetto, che prevede un investimento complessivo pari a 400 miliardi di euro fino al 2050, richiede il coinvolgimento di più aziende dislocate su tutto il territorio europeo. La realizzazione del progetto consentirebbe di avere il 15% dei consumi energetici europei con un impatto di CO2 pari a zero. In questi anni, Dii ha coinvolto un numero crescente di società di taglio industriale e financing interessate allo sviluppo delle energie rinnovabili nel bacino del Mediterraneo. Per l’Italia hanno aderito: Italgen, Terna, EnelGreenPower, Unicredit, IntesaSanpaolo.

In Marocco il “progetto pilota”

La capacità installata coprirà parzialmente i crescenti fabbisogni locali dell’area MENA e successivamente potrà essere trasferita - attraverso una rete di trasmissione che sarà necessariamente ampliata - verso l'Europa. Oggi un altro progetto altrettanto ambizioso, Medgrid, si sta concentrando sullo sviluppo della rete per permettere il trasferimento dell’energia prodotta nell’area africana verso l’Europa. Attualmente, infatti, la rete di trasmissione dell’energia elettrica fra Nord Africa ed Europa è presente esclusivamente tra Spagna e Marocco, ed è anche per questo motivo che il primo “progetto pilota” di Dii dovrebbe essere implementato in Marocco.

Italgen nella Desertec Industrial Initiative

Italgen, insieme allo sviluppo degli impianti idroelettrici esistenti, ha avviato la realizzazione di parchi eolici in alcune aree del bacino mediterraneo (Egitto e Marocco), di parchi fotovoltaici in Italia. Duplice quindi il contributo che Italgen può apportare a DII: una conoscenza approfondita e privilegiata dei Paesi del Nord Africa unita a un’ esperienza diretta nello sviluppo di progetti nel settore delle energie rinnovabili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.